Il cavolo (Brassica oleracea) è una delle verdure più coltivate in tutto il mondo. Appartiene alla famiglia delle Cruciferae e comprende i broccoli, i cavolfiori e i cavoli. I diversi tipi ​​di cavolo coltivati mostrano una grande varietà in termini di dimensioni, forma e colore delle foglie e della testa. Sebbene ci siano numerose varietà, tutte le Brassicacea si caratterizzano per le elevate proprietà benefiche....scopriamole insieme.

Facciamoci del Benessere

Il cavolo, l’aiuto naturale antitumorale e antinfiammatorio


Il cavolo (Brassica oleracea) è una delle verdure più coltivate in tutto il mondo. Appartiene alla famiglia delle Cruciferae che comprende i broccoli, i cavolfiori e i cavoli.
I diversi tipi ​​di cavolo coltivati mostrano una grande varietà in termini di dimensioni, forma e colore delle foglie e della testa. Sebbene ci siano numerose varietà, tutte le Brassicacea si caratterizzano per le elevate proprietà benefiche.

In termini energetici, 100g di cavolo, apportano soltanto 19 kcal, con un buon apporto di carboidrati e proteine, ma basso in grassi mentre, al contrario, il contenuto di fibra è alto. Le poche calorie e le molte fibre, rendono i cavoli gli alimenti ideali nelle diete, in quanto saziano facilmente con poche calorie, oltre che essere un aiuto per la funzionalità intestinale.

I cavoli sono sempre stati utilizzati nelle medicina popolare per prevenire, curare o alleviare numerosissime malattie. Il merito deriva dall’essere molto ricchi in fibre, vitamina C, Vitamina A e sali minerali.

Il tipico odore dei cavoli deriva dall’alta concentrazioni di zolfo presente, utile per combattere le irritazioni della mucosa gastrica e intestinale e per aiutare a contrastare gastriti e coliti. Alcuni studi hanno evidenziato come il consumo di cavoli aiuti la guarigione da ulcere peptiche.

Nei cavoli ritroviamo inoltre sali minarali come potassio calcio, fosforo e magnesio.

Oltre alle proprietà conosciute da sempre, negli ultimi decenni numerose ricerche hanno evidenziato e confermato quanto sia importante consumare regolarmente i cavoli per gli effetti anti tumorali e anti infiammatori.  

Questa azione protettiva è da attribuire agli antiossidanti presenti e a una particolare molecola: il sulforafano (una molecola che contiene zolfo) che media una serie di percorsi antitumorali.

Promettenti risultati sono stati ottenuti con diversi tipi di cancro, compreso il melanoma, cancro all’esofago, prostata, pancreas, neuroblastoma e carcinoma della mammella. Oltre a questo gli antiossidanti presenti, flavonoidi, antocianine, vitamina C e beta-carotene, i cavoli prevengono malattie cardiovascolari e degenerative, ipercolesterolemia e arteriosclerosi.

Attenzione, però: la cottura tende a disperdere molte di queste qualità nutrizionali, quindi sarebbe meglio consumare questi vegetali cotti al vapore ma anche crudi e freschissimi.
 
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie.   Maggiori informazioni