Il porro è un vegetale originario dell’area del bacino mediterraneo, attualmente coltivato in tutto il mondo e diffusissimo, tant'è che in Galles è il simbolo nazionale. Il porro è tipico della stagione invernale, impiegato soprattutto in cucina, mentre in passato veniva utilizzato come pianta medicale grazie alle sue molteplici proprietà.

Facciamoci del Benessere

Porro: l’antibiotico naturale che fa bene al cuore e protegge dai tumori!

Il porro (Allium Ameloprasum) è un ortaggio appartenente alla famiglia delle Liliaceae, la stessa famiglia delle cipolle, dell’aglio, dello scalogno e dell'erba cipollina, ma si distingue per un sapore più delicato e morbido.

E’ un vegetale originario dell’area del bacino mediterraneo, attualmente coltivato in tutto il mondo e diffusissimo, tant'è che in Galles è il simbolo nazionale Il porro è tipico della stagione invernale, impiegato soprattutto in cucina, mentre in passato veniva utilizzato come pianta medicale grazie alle sue molteplici proprietà.

Dal punto di vista strettamente nutrizionale è una verdura poco calorica (29 kcal su 100g) e ricca di fibre. E’una verdura molto utilizzata nelle diete dimagranti, perché le molte fibre saziano facilmente e in più aiutano il funzionamento intestinale, tanto da consigliarlo a chi soffre di stipsi.

Il porro fornisce poche calorie, ma apporta molti nutrienti come vitamine e sali minerali; le proteine sono poche e i grassi quasi assenti. L'apporto energetico deriva prevalentemente dal fruttosio, quindi dallo zucchero. Come sali minerali si ha un buon contenuto di calcio e sodio ed è molto elevato il potassio, questo comporta un blando effetto lassativo e diuretico.

Tra le vitamine ritroviamo la E, la C e carotenoidi come la luteina e il B-carotene. Proprio sul contenuto di Vitamina C sono stati condotti diversi studi che hanno evidenziato come la forte attività antiossidante del porro, che riduce i radicali liberi, lo stress ossidativo, migliorando uno stato infiammatorio e di salute, derivi soprattutto dalla Vitamina C (acido Ascorbico) e dalla presenza di fenoli, carotenoidi e tocoferoli.

Nei porri sono inoltre presenti dei particolari composti organosulforici, responsabili del tipico gusto e odore dei vegetali di questa famiglia, in particolare tra questi composti è presente l’allicina. L’allicina e gli antiossidanti del porro agiscono insieme proteggendo il nostro cuore dalle malattie cardiovascolari.

L’azione di questi due elementi riduce i livelli di colesterolo, l’ossidazione delle LDL (fattore che causa l’aterosclerosi), riduce i trigliceridi e abbassa la pressione sanguigna. La medicina popolare ha sempre utilizzato i porri come un antibiotico naturale; oggi, in seguito a vari studi, questa proprietà è scientificamente dimostrata e deriva sempre dall’allicina.

Dagli studi scientifici emerge un’altra proprietà importantissima, il consumo di porri previene il tumore allo stomaco e al colon. Questa proprietà è sempre da attribuire all’allicina che distrugge e/o rallenta la proliferazione delle cellule tumorali nei confronti di queste due tipologie di tumore.

L’unica controindicazione è la presenza nei porri di ossalati di calcio, perciò è sconsigliabile l’assunzione a chi soffre di calcoli da ossalati.
 
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie.   Maggiori informazioni