Oggi in tavola

Ciliegie sotto spirito

Livello di difficoltà:

Tempo:

Le ricette di Maria Elena

Tutti in famiglia abbiamo avuto una mamma, una zia, una nonna che metteva le ciliegie sotto spirito, modo prezioso e gustoso per allungare oltre la stagione il piacere di mangiare questo goloso, delizioso e voluttuoso frutto, magari con il gelato o semplicemente in una ciotola dopo il pranzo della domenica, come digestivo.
Il mix alcolico, seppur temperato dallo zucchero, vietava ai bambini questo prelibato dessert, ma per noi più grandi era una vera goduria.
Farle è facilissimo. Occorre avere delle buone ciliegie, con polpa soda. Molto adatte sono la varietà Anella e il Durone Nero di Vignola. Questi tipi di frutto hanno un colore che spazia dal rosso vermiglio ad una tonalità abbastanza scura, e una polpa croccante, ma direi che entrambe sono spesso utilizzate per la conservazione "sotto spirito".
Una nota: la quantità di zucchero può essere maggiore o minore da quella che vi indico e dipende dal vostro gusto.

Ingredienti

1 kg di ciliegie Agribologna
150 g di zucchero
1 l di alcool alimentare a 90/95°
Cannella in stecca

Preparazione

Selezionate le ciliegie, scegliendo solo quelle che presentano un colorito rosso intenso. Assicuratevi che siano integre e prive di difetti sulla buccia. La polpa deve essere ben soda e non troppo matura.
Tagliate il picciolo a circa un cm, lavate le ciliegie ed asciugatele con un canovaccio.
Ponetele in un vaso di vetro sterilizzato, intervallando con lo zucchero: scuotete ogni tanto per togliere più aria possibile. Coprite le ciliegie con l’alcool e prima di chiudere il vaso unite un pezzetto di cannella. Riponete in luogo buio, fresco e asciutto ed attendete almeno 40 giorni prima di consumare le vostre ciliegie sotto spirito.

 

 

Stampa ricetta in PDF

Condividi con:

Cerca per ingrediente

Cerca altre ricette sul nostro sito, inserisci il tuo ingrediente preferito e fatti consigliare la ricetta del giorno:

Ciliegie
Questo l'ho fatto io

Noi soci del Consorzio Agribologna produciamo la frutta e gli ortaggi convinti che devono essere buoni, sani e genuini. I nostri metodi di coltivazione seguono i capitolati SQNPI relativi alla produzione integrata, utilizzando fertilizzanti di materia organica, insetti utili e tecniche agronomiche rispettose dell'ambiente e della salute del consumatore.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie.   Maggiori informazioni