Oggi in tavola

Stricchetti con i piselli

Livello di difficoltà:

Tempo:

Le ricette di Maria Elena

Chi ha avuto in casa nonne, zie o mamme portatrici delle tradizioni della cucina di casa, si ricorderà che spesso con gli avanzi di pranzi e cene, si facevano piatti di recupero semplici ma gustosi ed appetitosi.

Uno di questi erano (e lo sono ancora) gli stricchetti con i piselli.
Fare gli stricchetti in casa era spesso il modo per utilizzare quella parte della sfoglia che avanzava dopo aver fatto le tagliatelle, i tagliolini o i tortellini.
Dalla sfoglia si ricavavano dei quadrotti di 3/4 cm circa di sfoglia e, poi con il pollice e l'indice si stringevano come a fare delle farfalline. La pressione delle dita saldava la pasta ancora umida e si ottenevano appunto gli stricchetti.
Gli stricchetti si tenevano da parte, si seccavano e si utilizzavano, magari il giorno dopo, come pasta da condire con il ragù avanzato al quale, per ravvivarlo, si univano i piselli, l'arvajja come si usa dire in dialetto bolognese.
Ne usciva un piatto gustosissimo: gli stricchetti con i piselli, in dialetto stricchet con l'arvajja.
Un primo fatto con gli avanzi, ma credetemi un'autentica meraviglia da fare!

Ingredienti

300 g di farina
3 uova fresche
ragù bolognese (che avrete già fatto)
200 g di piselli freschi
Parmigiano-Reggiano DOP q.b.

per quattro persone 

Preparazione

Preparate la sfoglia come se doveste fare delle tagliatelle. Quanto sarà distesa sul tagliere (la spianatoia), prima che si asciughi, tagliate con il coltello dei quadrotti di 3 cm di lato. Con il pollice e l'indice stringeteli al centro, per ottenere una farfallina. Questo passaggio è delicato in quanto se li stringete troppo rischiate che, una volta cotti, rimangano duri in quel punto; al contrario se li stringete poco, in cottura si potrebbero aprire facendo svanire tutto il vostro lavoro.
A parte, in una casseruola mettete la quantità di ragù che ritenete necessaria per condire la pasta. Qui ognuno di noi ha la propria misura che dipende dal gusto personale; in ogni caso 20 minuti prima del termine della cottura del ragù, aggiungete i piselli freschi e lasciate che si cuociano insieme al condimento.
Lessate gli stricchetti in abbondante acqua leggermente salata e non appena saranno cotti, scolateli, versateli nella zuppiera e conditeli con il ragù con i piselli, cospargendoli di Parmigiano-Reggiano.
Stampa ricetta in PDF

Condividi con:

Cerca per ingrediente

Cerca altre ricette sul nostro sito, inserisci il tuo ingrediente preferito e fatti consigliare la ricetta del giorno:

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie.   Maggiori informazioni