Radicchio
Radicchio

Nome Commerciale Radicchio

Varietà botanica Cichorium intybus

Tipologie commercializzate Rosso Precoce, Rosso Tondo, Cicorino, Cappotto, Taglio

Zona d'origine Italia (Emilia Romagna, Veneto)

Radicchio

Etichettatura

Su ciascuna cassetta devono essere riportate le seguenti indicazioni a mezzo di etichetta aderente e visibile:

1. Denominazione del prodotto, varietà (facoltativo) e tipologia commerciale
2. Categoria
3. Calibro (se richiesto dal cliente) espresso in peso minimo a cespo o numero di cespi
4. Paese di origine ed eventualmente zona di produzione, denominazione nazionale, regionale o locale
5. Indirizzo del fornitore (nominativo e indirizzo dell’azienda o dello stabilimento di produzione)
6. Lotto
7. Codice per la Rintracciabilità

Metodo di Coltivazione

Radicchio  – Produzione convenzionale
Prodotto derivante da agricoltura convenzionale, conforme a quanto previsto dalla vigente legislazione italiana in materia di fitofarmaci e buone pratiche agricole di coltivazione. Per i prodotti importati da paesi diversi dall’Italia valgono le vigenti norme di armonizzazione comunitaria relative ai residui di fitofarmaci ammessi.
 
Radicchio – Produzione da coltivazioni a “Produzione Integrata”
Prodotto derivante da coltivazione secondo i principi della “Produzione Integrata”, previsti dai vari Disciplinari Regionali e/o secondo le Linee Guida Nazionali vigenti, ai quali si rimanda per le specifiche relative alla gestione agronomica, fertilizzazione e difesa delle coltivazioni.
I prodotti in questione sono di provenienza nazionale e devono rispettare le restrizioni relative alle sostanze utilizzabili per la difesa sotto regime dei suddetti Disciplinari. Le caratteristiche merceologiche dei frutti devono essere le medesime sopra descritte e le medesime del prodotto convenzionale.
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie.   Maggiori informazioni